skip to Main Content
Rifugiati, Livelli Mai Così Alti: Una Questione Globale In Continua Evoluzione

Rifugiati, livelli mai così alti: una questione globale in continua evoluzione

Il gran numero di rifugiati in fuga dai paesi d’origine a causa del rischio di persecuzione ha creato una questione globale che richiede un’attenzione significativa da parte della comunità internazionale. Secondo le Nazioni Unite, il mondo sta assistendo ai più alti livelli di sfollati mai registrati. Dalla fine del 2018, 70,8 milioni di persone in tutto il mondo sono state costrette a lasciare la propria casa a causa di conflitti e persecuzioni dalla fine del 2018. Molte persone rischiano di perdere la loro identità, i loro diritti e la loro nazionalità quando fuggono, ma devono affrontare sfide più grandi entrando nei paesi ospitanti. Le nazioni ospitanti sono più inclini a considerare più favorevolmente i rifugiati le cui esperienze riflettono quelle delle nozioni tradizionali di persecuzione per motivi politici.
Secondo la convenzione sui rifugiati, è definito tale l’individuo che fugge dalla persecuzione politica; questa definizione discrimina la circolazione delle persone che fuggono da forme alternative di azione penale.
In questo saggio fornirò un’analisi approfondita della politica dei rifugiati esaminando specificamente le carenze della definizione della Convenzione delle Nazioni Unite del 1951 sulla protezione dei rifugiati ai sensi del diritto internazionale. Il quadro principale per la protezione dei rifugiati è fornito dalla Convenzione del 1951 sullo status dei rifugiati e dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Entrambe le organizzazioni sono formulate per garantire e mantenere la pace e la sicurezza internazionali. La convenzione delle Nazioni Unite è una base per organizzazioni internazionali come l’UNHCR. Secondo la legislazione, gli Stati dovrebbero cooperare con le organizzazioni internazionali, garantendo il rispetto e la protezione dei diritti dei rifugiati. Il problema principale della definizione della Convenzione delle Nazioni Unite è la sua mancanza di inclusione. Durante la seconda guerra mondiale la convenzione si applicava alle persone in fuga da conflitti politici, tuttavia attualmente ci sono più problemi di persone in fuga per motivi economici come la povertà o motivi ambientali come la carestia. Il diritto internazionale non è una soluzione ai problemi creati dalla politica sui rifugiati, tuttavia può essere una guida all’efficacia di principio del riconoscimento dei rifugiati come soggetti del diritto internazionale e di adeguati livelli di protezione.

1) Prithivi, Abhinaya, “Discriminazione di genere contro i rifugiati” (2017). Documenti del programma di immersione internazionale. 59. http://chicagounbound.uchicago.edu/international_immersion_program_papers/59

Questo documento sottolinea la critica del diritto internazionale e le sue conseguenze della mancanza di prevedibilità nel giudizio delle richieste di genere, questo determina le cause di un sistema di asilo incoerente. Questa fonte è utile per la mia ricerca generale quando mi concentro sulle implicazioni legali del diritto internazionale e sul suo impatto sulla discriminazione dei rifugiati, più specificamente nei confronti delle donne nel sistema. Il documento ruota principalmente attorno alle interpretazioni della Convenzione delle Nazioni Unite del 1951, questo garantirà vari pregiudizi.

2) Pittaway, E., e Bartolomei, L. (2018). Dalla retorica alla realtà; Raggiungere l’uguaglianza di genere per le donne e le ragazze rifugiate. Estratto da: https://www.worldrefugeecouncil.org/sites/default/files/documents/

Questo articolo affronta i fallimenti del diritto e della politica internazionale nell’affrontare l’uguaglianza di genere e le esigenze di protezione di donne e ragazze. All’interno del documento, il Consiglio mondiale dei rifugiati menziona la narrativa ricorrente di un “pregiudizio maschile” predominante che è prevalente nella politica sui rifugiati. Analizzare questa narrazione è cruciale per l’approccio sociologico del mio argomento generale. A causa dell’enfasi sul pregiudizio maschile nella politica dei rifugiati, si presume che i bisogni di una donna siano presi in considerazione. Tuttavia è l’opposto.

Back To Top