skip to Main Content
Algeria, Unione Parlamentare Africana Condanna Ingerenze Ue Negli Affari Algerini

Algeria, Unione parlamentare africana condanna ingerenze Ue negli affari algerini

“Il presidente della Repubblica Abdelmadjid Tebboune intende rassicurare i propri cittadini sulle sue condizioni di salute: è sulla via della guarigione e rientrerà nel Paese nei prossimi giorni”. È quanto fa sapere un portavoce della presidenza algerina per smentire le notizie dche Tebboune sia in gravi condizioni causando forti tensioni nel Paese.
Dal 28 novembre Tebboune è ricoverato in un ospedale tedesco ma solo negli ultimi giorni il governo ha confermato le voci secondo cui aveva contratto il Covid-19. Vari media e osservatori internazionali, non riuscendo a ottenere informazioni sul capo dello Stato, avevano temuto il peggio oppure avevano espresso analogie con il caso dell’ex presidente Abdelaziz Bouteflika del quale, dopo un ictus e gravi conseguenze di salute, le autorita’ avevano diffuso raramente informazioni, cosi’ come saltuarie si sono fatte le sue uscite pubbliche. All’annuncio di Bouteflika di una nuova candidatura per un quinto mandato erano scoppiate manifestazioni popolari che lo avevano costretto a dimettersi.
Intanto l’Unione parlamentare africana ha condannato con forza il regolamento emanato dal Parlamento europeo sulla situazione dei diritti umani in Algeria, considerandolo un tentativo di interferire negli affari interni del Paese arabo. In una dichiarazione, l’Unione parlamentare africana ha invitato la sua controparte europea a “rispettare la sovranita’ dell’Algeria e il suo ordinamento costituzionale e legale”, esprimendo inoltre la sua solidarieta’ al Parlamento algerino per il rifiuto del contenuto della lista, che e’ stata approvata dal Parlamento europeo il 26 novembre scorso. L’Algeria ha condannato fermamente il regolamento del Parlamento europeo sulla situazione dei diritti umani in Algeria, sottolineando che il suo “contenuto discutibile” si riduce a “una serie di insulti contro il popolo algerino e le sue istituzioni nonche’ lo Stato algerino” secondo una dichiarazione del ministero degli Affari esteri di Algeri.

Back To Top