skip to Main Content
Tunisia: Cartoline Da Monastir, Storica Cittadina Portuale Del I Millennio AC

Tunisia: cartoline da Monastir, storica cittadina portuale del I millennio aC

Riceviamo e pubblichiamo con immenso piacere, queste immagini di Monastir scattate dal nostro lettore Lotfi, ritornato in Tunisia alcuni mesi fa, dopo anni di permanenza in Italia per lavoro. Cogliamo anche l’occasione per raccontarvi qualche aneddoto su questa splendida città, con la speranza che questa emergenza sanitaria passi al più presto per poterla visitare.L’attuale Monastir, storicamente, sorge nel luogo esatto dove i Fenici fondarono il porto di Rous Penna nel I millennio aC. Con la sconfitta di Cartagine nel 146 a.C. e in seguito alla Terza guerra punica, la città fu conquistata dai romani, che la ribattezzarono Ruspina. In epoca romana furono inoltre costruite le terme e le mura di cinta di cui si possono ancora osservare le tracce ai giorni nostri. Il 4 gennaio del 46 a.C., durante la guerra civile tra Pompeo e Cesare, la città fu teatro di una grande battaglia conosciuta come “La battaglia di Ruspina”, che viene ricordata come la grande sconfitta di Cesare e del suo esercito. Conquistata in seguito dagli arabi, fu una delle più grandi città costiere del IX secolo. Monastir ancora oggi, conserva i resti di tre ribāṭ (strutture edificate per ospitare i difensori dell’Islam), e il più importante di essi è il grande ribāṭ di Harthma ibn A’iyan, edificato, con lo scopo di avere funzioni religiose e militari, nell’anno 796 DC. La città col passare del tempo comincia a crescere, diventando sempre più importante, ma è solo con l’arrivo degli Ottomani che Monastir si rafforza diventando una vera e propria roccaforte dell’impero. Ritornando ai giorni nostri, Monastir, chiamata in arabo: المنستير‎, al-munastîr, toponimo derivato dal latino monasterium, è situata nella parte meridionale del Golfo di Hammamet, distante all’incirca 160 km a sud della capitale Tunisi, ed è anche capoluogo del governatorato che porta il suo nome. Tra le varie curiosità, questa suggestiva località tunisina, è gemellata dal 1969 con la città tedesca di Münster, ed oltre ad essere una meta turistica per via dei suoi musei, dei suoi edifici e della sua posizione, è il luogo che ha dato i natali ad Habib Bourguiba, il primo presidente tunisino, e proprio per questo motivo, nella città, è presente una moschea costruita in suo onore.

(Ringraziamo il nostro lettore Lotfi per gli stupendi scatti fotografici e invitiamo tutti quelli che ci seguono a fare lo stesso. Per inviare il vostro materiale alla nostra redazione scriveteci all’indirizzo di posta elettronica redazione@focusonafrica.info)

Back To Top