vai al contenuto principale

Il filo rosso tra Europa e Africa, fra scambi mercantili e accordi politici

Pubblicato nel 2022 in versione originale italiana e uscito da pocoa Parigi in traduzione francese, il volume Il filo rosso tra Europa e Africa. Intese commerciali e politiche di conquista (XI-XV sec.)della nota storica Anna Unali offre uno spaccato originale sulle relazioni fra il continente europeo e quello africano nel Tardo Medioevo. Ne emerge un quadro inaspettato, lontano dai criteri coi quali, oggi, si guarda aldilà del Mediterraneo.

Osserva nella Prefazione all’opera Franco Cardini:L’Africa dell’Antichità era il continente della sapienza e del mistero, il mondo degli etiopi saggissimi tra gli uomini e dell’Egitto con i suoi segreti; più tardi divenne la terra in cui, alla fine del Medioevo, si sarebbe trasferito, dall’Asia, l’enigmatico Prete Gianni. Per noi e insieme a noi, Anna Unali ripercorre i sentieri e le rotte lungo le quali per almeno tre-quattro secoli si dispiegarono i rapporti fra l’Europa mediterranea cristiana e l’Africa arabo-maghrebina: l’oro e il sale, l’arsura del deserto e la freschezza delle oasi o dei giardini, la desolazione delle dune senza vita e il fascino delle città tanto colorate quanto popolose. Anna Unali ci introduce a un mondo denso di mutamenti e di novità”. Ma soprattutto ci fa comprendere la forza del legame che, attraverso ilNordafrica, connetteva un tempo l’Europa al Medio e all’Estremo Oriente grazie al filo rosso dei commerci.

In tale ambito, il Mediterraneo si qualifica come un “mare interno”, la cui influenza – spiega Anna Unali – raggiunge, con alterne vicende, anche territori lontani dalle coste: “In alcuni periodi l’emergere della volontà di affermare e di imporre il proprio credo religioso, il Cristianesimo o l’Islam, porta, con laformazione di blocchi contrapposti, allo scontro armato attraverso crociate e jihad. In altri periodi prevale, per motivi legati all’impulso economico, la volontà di stabilire un contatto. In quelle circostanze, si pone in atto una collaborazione attenta alleprerogative di ciascuno al fine di ottenere risultati di rilievo, sanciti da trattati rinnovati periodicamente”. Non siamo dunque di fronte ad un Nord del mondo che impone la sua supremazia su un Sud meno sviluppato ma, al contrario, alla ricerca d’intese fra partner che si collocano su un piede di parità.

Ricco d’informazioni, attento a descrivere i luoghi e i personaggi che hanno determinato il corso della storia di quest’ampia area geografica tra l’XI e il XV secolo, il saggio di Anna Unali si legge come un racconto appassionante, quasi un’avventura i cui protagonisti sono tanto gli uomini quanto le merci e la navigazione.

IL FILO ROSSO TRA EUROPA E AFRICA.

Intese commerciali e politiche di conquista (xi-xv secolo)

Anna Unali, “Prefazione” di Franco Cardini

p. 258, euro 33,50

collana “Il Politico e La Memoria”, L’Harmattan Italia, Torino 2022

Torna su