vai al contenuto principale

Nigeria, strage di bambini. Un nuovo aumento dei casi di difterite preoccupa l’UNICEF

Dopo Msf, in Nigeria a lanciare l’allarme per l’aumento dei casi di difterite é l’UNICEF
Circa 520 bambini in Nigeria sono morti a causa dell’epidemia di difterite, come è stato rivelato durante un incontro con i media organizzato dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.
Quest’anno la Nigeria ha riportato circa 8.700 casi sospetti di difterite e circa 6.000 casi sono stati confermati. L’obiettivo per il prossimo dicembre è quello di combattere il virus e portare la malattia sotto controllo in tutto Paese. In particolare lo Stato di Kano è quello più colpito.

Nel suo intervento, il capo dell’ufficio UNICEF di Kano, Dr. Rahama Farah, ha dichiarato che la malattia si è diffusa in 39 delle 44 aree del governo locale dello Stato.
Farah, che è molto preoccupato per la situazione sanitaria attuale, ha detto che l’epidemia è una minaccia per la sopravvivenza dei bambini, è urgente e necessario il sostegno e collaborazione per arrestare la minaccia “Recentemente abbiamo assistito ad un’impennata nel numero di casi di difterite in Nigeria. Dallo scorso gennaio 2023, lo Stato di Kano  ha riportato oltre 5.800 casi cumulativi di difterite nello Stato, anche se, c’è stato un calo dei casi segnalati a giugno, tuttavia, a partire da luglio sono di nuovo in aumento.
Solo la scorsa settimana sono stati segnalati nell’area del nord oltre 400 casi sospetti e 11 decessi di difterite.
Ricordiamo che il Centro nigeriano per il controllo e la prevenzione delle malattie (NCDC) ha ricevuto la notifica di sospetti focolai di difterite negli Stati di Kano e Lagos già dal 1° dicembre 2022.

In particolare l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha reso noto che in Nigeria sono in corso due gravi epidemie di difterite e meningite.

La copertura con la terza dose di vaccino in Nigeria è subottimale. Inoltre si segnala scarsa disponibilità di antitossina difterica per il trattamento tempestivo della malattia. La situazione è preoccupante, soprattutto nel nord-est della Nigeria, dove la copertura vaccinale rimane subottimale, soprattutto nelle aree controllate da gruppi armati non statali.

Ultimamente il fondo dell’UNICEF ha consegnato 1,2 milioni dosi di vaccini al governo dello Stato di Kano, per sostenere la risposta all’epidemia di difterite.

Torna su