vai al contenuto principale

Liberia, si è insediato il nuovo presidente Joseph Boakai

Ieri, lunedì 22 gennaio 2024, la Liberia ha cambiato ufficialmente presidente, con l’insediamento di Joseph Boakai, vincitore delle elezioni che nel novembre 2023 lo hanno contrapposto al precedente Capo di stato George Weah.

A Monrovia, la cerimonia di insediamento è stata molto apprezzata e indicata come un modello di passaggio di potere pacifico e democratico per l’intero continente africano, perché erano presenti entrambi i presidenti precedenti: George Weah e Ellen Johnson Sirleaf, che poi si sono prestati a una foto collettiva con il nuovo presidente Boakai. L’evento, tuttavia, sarà ricordato anche per un altro episodio, ovvero il leggero malore avuto da Boakai mentre pronunciava il suo discorso, quando il gran caldo lo ha bloccato per qualche istante, per poi proseguire seduto davanti al Parlamento e alle delegazioni straniere:

Joseph Boakai ha 79 anni e il suo stato di salute è fonte di dibattito in Liberia, tuttavia il presidente ha poi concluso tranquillamente il suo discorso, dove ha toccato i principali argomenti che vorrebbe affrontare durante il suo mandato, come ricostruire le infrastrutture in crisi, migliorare i servizi di base, offrire pari opportunità: “Viviamo momenti difficili, viviamo disfunzioni. C’è la corruzione nelle alte e nelle basse sfere. Ed è per questo che siamo stati chiamati a governare“.

Boakai è il veterano della politica liberiana, con una carriera di oltre 40 anni, già vicepresidente dal 2006 al 2018 sotto la presidenza di Ellen Johnson Sirleaf. Durante le ultime elezioni si è alleato con alcuni potentati locali, come l’ex signore della guerra Prince Johnson, che aveva sostenuto George Weah nel 2017 e che gode ancora di un forte sostegno nella sua provincia di Nimba (nord-est).

Torna su