skip to Main Content

Algeria, partito di governo FLN vince a sorpresa elezioni legislative

Il Fronte di Liberazione Nazionale, partito al potere in Algeria, ha vinto le elezioni politiche che si sono svolte sabato e che sono state caratterizzate da una forte astensione.
Il presidente dell’Autorità elettorale indipendente dell’Algeria, Mohamed Chorfi, ha annunciato i risultati ufficiali delle elezioni legislative tenute lo scorso 12 giugno, con più di tre ore di ritardo. L’Fln, al potere da quando il Paese nordafricano ha ottenuto l’indipendenza, nel 1962, ha ottenuto 105 seggi nel nuovo parlamento, confermandosi la prima forza politica nazionale per almeno i prossimi cinque anni. I candidati liberi rappresentano complessivamente la seconda forza, con 78 seggi, mentre la principale formazione islamista, il Movimento della societa’ per la pace (Msp), ha ottenuto 64 seggi. Terzo partito è il Raggruppamento nazionale democratico (Rnd), con 57 seggi ottenuti. I tre partiti (Msp, Rnd e Fln) formavano all’epoca dell’ex presidente Abdelaziz Bouteflika l’alleanza presidenziale del 2004, prima che l’Msp abbandonasse la coalizione e si unisse all’opposizione nel 2012. Il movimento El Moustakbal ha ottenuto 48 seggi, mentre la formazione islamista El Binaa avra’ 40 seggi nel nuovo parlamento.
La vittoria dell’Fln è una sorpresa in quanto il partito veniva dato quasi per morto perche’ compromesso con l’ex presidente Abdelaziz Bouteflika, costretto a dimettersi nel 2019 in seguito a un movimento di protesta senza precedenti.
Ciò che non ha sorpreso è il dato sull’affluenza, il più basso di sempre nel Paese. Il tasso di partecipazione ha raggiunto a malapena stato il 23%.

Back To Top