skip to Main Content

Togo, due giornalisti arrestati per oltraggio alle autorità e diffusione di notizie false

Ferdinand Ayité e Joel Egah, rispettivamente direttori dei quotidiani “L’alternative” e “Fraternité”, sono stati arrestati l’11 dicembre a Lomé, la capitale del Togo, a seguito di una denuncia per oltraggio alle autorità, diffamazione e diffusione di notizie false.

Le stesse accuse sono state elevate nei confronti di Isidore Kouwonou, presentatore del programma “L’autre journal”, trasmesso via YouTube, che aveva ospitato i due giornalisti.

I delitti commessi a mezzo stampa sono stati depenalizzati sin dal 2004 ma il codice delle comunicazioni, adottato nel 2020, ha limitato l’ampiezza di quel provvedimento in favore della libertà d’informazione.

Ayité fa parte dell’elenco delle figure pubbliche togolesi che potrebbero essere finite nel mirino dello spyware Pegasus.

Si chiude così un anno negativo per la libertà di stampa nello stato africano. Il 9 marzo sempre “L’Alternative” era stata costretta a sospendere per quattro mesi le pubblicazioni per aver pubblicato un articolo su un ministro che aveva falsificato dei documenti.

Back To Top