skip to Main Content

Mediterraneo, 34 persone rischiano di annegare sotto gli occhi delle autorità europee

Da oltre 19 ore 34 persone a bordo di un’imbarcazione rischiano di annegare nel Mediterraneo sotto gli occhi delle autorità europee. Questo perché, nonostante l’allerta lanciata ieri sera Alarm Phone, le autorità europee non hanno ancora offerto assistenza ai naufraghi.

“L’inazione e il non riconoscimento dell’urgenza manifestata dalle autorità europee competenti è inaccettabile e vergognosa” afferma Juan Matias Gil, capo della missione per le operazioni di ricerca e soccorso MSF.

La Geo Barents si trova attualmente nelle acque interne..Una nave tedesca, che si trovava nelle immediate vicinanze, si è diretta verso l’imbarcazione questa mattina per l’obbligo legale di offrire assistenza a qualsiasi mezzo in pericolo ma, dopo aver valutato la situazione, non è stata in grado di prestare soccorso.

“Da troppe ore assistiamo all’inconsapevole inerzia delle autorità maltesi e italiane, mentre 34 persone stanno per annegare alle porte dell’Europa. Le autorità tedesche sono dovute intervenire nel coordinamento delle operazioni di soccorso mentre Malta ha rifiutato la richiesta di aiuto nonostante la barca fosse in acque di sua competenza da diverse ore. Secondo le ultime informazioni di cui disponiamo, l’imbarcazione sta ora tornando nella zona di ricerca e soccorso libica dove le persone rischiano di essere intercettate e riportate forzatamente in Libia, con il pericolo di essere sottoposte nuovamente ad abusi e violenze” dichiara Juan Matias Gil, responsabile delle attività di ricerca e soccorso di MSF. L’inazione e il non riconoscimento dell’urgenza manifestata dalle autorità europee competenti è inaccettabile e vergognosa. La Geo Barents si trova attualmente in acque internazionali a nord della Libia e ci metterebbe almeno 30 ore per raggiungere le persone in pericolo. Esortiamo le forze armate maltesi, responsabili delle operazioni di ricerca e soccorso, a intervenire prima che sia troppo tardi”.

Back To Top