skip to Main Content

Algeria, il noto giornalista Ihsane El Kadi in carcere per accuse false. La denuncia di Amnesty

Nuovo giro  di vite sulla libertà di stampa in Algeria,
A finire nel mirino delle autorità algerine questa volta il noto giornalista Ihsane El Kadi, arrestato poco dopo la mezzanotte del 24 dicembre nella sua casa di Zemmouri, una città costiera a 40 chilometri dalla capitale Algeri.
“La detenzione ingiustificata di El Kadi è l’ennesimo esempio della spietata campagna condotta dalle autorità algerine per mettere a tacere le voci dissenzienti attraverso la detenzione arbitraria e la chiusura mediatica” denuncia Amnesty Algeria che monitora tutte le violazioni dei diritti perpetrate dal governo di Algeri.
Ihsane El Kadi è accusato di reati legati alla sicurezza dello Stato, ma secondo l’organizzazione sono totalmente inventati.
“Ishane deve essere rilasciato immediatamente e i due media con i quali collaborava, “Radio Maghreb” e “Maghreb emergent”, chiusi il 24 dicembre, devono poter riaprire al più presto” è l’appello della direttrice di Amnesty Algeria Hahdid.
Le autorità algerine hanno arbitrariamente rinnovato il 15 gennaio la custodia cautelare del giornalista durante un’udienza in Tribunale senza che fossero presenti i suoi avvocati.
Ihsane el-Kadi è uno degli undici giornalisti algerini che nel 2022 sono stati arrestati, posti sotto indagine o condannati.

 

Back To Top