skip to Main Content

Algeria, avvocato per i diritti umani a processo per false accuse di terrorismo

Il 30 novembre inizia il processo nei confronti dell’avvocato algerino per i diritti umani Abderraouf Arslane, imputato di terrorismo solo per aver difeso tre attivisti del gruppo della società civile “Hirak” e per aver espresso le sue opinioni politiche.

Arslane è stato arrestato il 26 maggio 2021 nel tribunale di Tebessa, dove stava difendendo tre attivisti di “Hirak” arrestati il giorno prima. Gli sono stati addebitati, in modo del tutto vago, presunti legami col movimento politico “Rachad”, che alcuni mesi le autorità hanno inserito nell’elenco dei gruppi terroristi, e gli sono state contestate opinioni espresse online e nel corso di dibattiti pubblici tra il 2019 e il 2021.

Per i reati di cui è imputato, “partecipazione a un gruppo terrorista” e “diffusione di notizie false”, Arslane rischia rispettivamente 20 e tre anni di carcere.

Back To Top