skip to Main Content

Mauritania, a Roma l’attivista e noto politico mauritano Biram dah Abeid

La lotta pacifica per le libertà in Mauritania continua spedita e lo fa di nuovovarcando i confini nazionali alla volta del nostro paese che ormai da oltre 10 anni saluta calorosamente il lavoro dell’attivista e noto politico mauritano Biram dah Abeid.

Da diversi anni il nostro movimento abolizionista delle moderne schiavitù nel paese sub-saharianoIRA Mauritanie ha avviato e porta avanti una stretta collaborazione con la FIDU ( Federazione Italiana Diritti Umani) che con i suoi soci e simpatizzanti si occupa di affiancarci nel lavoro di promozione della tutela della libertà del popolo oppresso di Mauritania, in particolare seguendo ed appoggiando da qui le iniziative degli attivisti anti schiavisti ancora capitanati dal leader Biram dah Abeid che sarà in Italia dal prossimo 15 settembre per un breve tour si sensibilizzazione utile alla causa abolizionista.                  

 

 

Riportiamo di seguito il programma che vedrà impegnato a Roma e dintorni il nostro Presidente Biram dah Abeid accompagnato dalla suaSignora e militante della prima ora Leila Ahmed Kalifa.

 

Programma di Biram dah Abeid in Italia 15/ 19 settembre 2021

15 settembre Anfiteatro Fausto, Terni; 16 settembre, CUSANO TV  intervista il noto attivista e politico mauritano a Roma; 17 settembre Associazione 21 luglio Roma;

18 settembre Palazzo Boncompagni, Arpinio.

L’appuntamento sarà l’occasione per ascoltare dalla voce del “Mandela mauritano” come si è evoluta in questi anni la difficile lotta pacifica per i diritti e le libertà fondamentali della parte oppressa della popolazione mauritana, in particolare dell’etnia Hartani Haratine e di come,a fatica, il Presidente Biram si sia imposto anche sulla scena della politica nazionale diventandone il leader delle varie frammentate opposizionilocali.Sarà anche l’occasione per vedere il docufilm girato interamente in Mauritania nel 2019 quando il  giovane appassionato regista ternano Marco Piantoni volle firmare parte della campagna elettorale ed il giorno delle elezioni presidenziali a cui Biram Abeid barbaramente truffato dal potere perse la competizione elettorale presidenziale piazzandosi secondo.

Ascoltare Biram dah Abeid resta un raroprivilegio per questo invitiamo chi potrà a partecipare agli incontri organizzati con lui. Chi verrà vedrà!

Viva la libertà.

Back To Top