skip to Main Content

Algeria, i dettagli del nuovo accordo di partnership tra Sonatrach ed Eni

In Algeria la società Sonatrach ha annunciato martedì scorsola firma di un nuovo accordo commerciale con il partner “Eni”, nell’ambito del consolidamento della partnership e della cooperazione tra le due istituzioni.

Un comunicato stampa del gruppo indica che «l’accordo di partenariato e cooperazione nel campo dell’istruzione e della formazione, è stato firmato venerdì in Italia tra l’Istituto Petrolifero Algerino di Sonatrach e la società italiana Eni ».

La stessa fonte ha aggiunto che l’accordo si inserisce nel consolidamento della partnership strategica tra Algeria e Italia e nel rafforzamento degli storici ponti di cooperazione tra Sonatrach ed Eni, concretizzazione dell’accordo quadro firmato nel 2021 in cui entrambe le parti hanno espresso la volontà di instaurare relazioni nei settori della formazione e dello sviluppo delle competenze.

Secondo Sonatrach, questo accordo mira in particolare a rafforzare la cooperazione nel campo delle attività legate allo sviluppo e alla valorizzazione delle risorse umane, nonché a sviluppare le conoscenze e le competenze amministrative e tecniche dei dipendenti nelle aree della catena nel suo complesso.
Il 3 aprile il direttore generale del complesso italiano “Eni”, Claudio Descalzi, era già stato in Algeria dove ha parlato con il presidente e direttore generale di Sonatrach degli investimenti in corso e della produzione di idrocarburi a livello dei giacimenti operati dalle due società, oltre a fornire gas all’Italia e possibili prospettive future.

Durante l’incontro, i due funzionari hanno espresso la volontà di accelerare lo sviluppo di nuovi progetti di petrolio e gas nella regione del Birkin South, in base al contratto entrato in vigore lo scorso marzo.

Il progetto è l’istituzione di una nuova area di attività per lo sviluppo dei giacimenti di petrolio e gas nella regione, con l’adozione di un ritmo accelerato.

L’azienda italiana ha rapporti storici e distinti con l’Algeria, il legame non si è rotto nemmeno negli anni più bui, “il decennio nero” come conferma il suo amministratore delegato Claudio Descalizi.

Back To Top