skip to Main Content
Focus On Africa - Notizie E Analisi Africa

Tunisia, migliaia in piazza contro il referendum sulla Costituzione

Migliaia di sostenitori del Partito Destouriano Libero (Pdl), guidato dalla “pasionaria” Abir Moussi, hanno manifestato oggi a Tunisi davanti al palazzo del governo della Kasbah per esprimere la loro contrarietà allo svolgimento del referendum sulla costituzione del prossimo 25 luglio. Numerosi gli attacchi al presidente Kais Saied e alle sue misure eccezionali. Moussi ha denunciato in un discorso alla folla gli “abusi” della Commissione elettorale (Isie) così come voluta da Saied, lamentando l’esclusione del suo partito dal Dialogo nazionale e dalla preparazione della bozza costituzionale. Domani sempre a Tunisi saranno in piazza gli avversari della Moussi, anch’essi contrari al presidente Kais Saied del Fronte di Salvezza nazionale, coalizione alla quale partecipa anche il partito islamico Ennhadha.

Migliaia di tunisini sono contrari allo svolgimento del referendum costituzionale il prossimo 25 luglio. Lo ha dichiarato oggi la presidente del partito dei costituzionalisti liberi, Abir Moussi, che oggi ha organizzato una marcia di protesta diretta alla Kasbah, la sede del governo. Moussi ha denunciato gli “eccessi” dell’Autorita’ elettorale designata e ha sottolineato che il suo partito e’ stato escluso dalla stesura della Costituzione. Intanto, oggi, Amine Mahfoudh, membro della commissione consultiva della nuova Repubblica, ha dichiarato all’emittente radiofonica “Mosaique Fm” che “la nuova Costituzione sara’ presentata al Palazzo Adhiafa, a Cartagine – sede della presidenza della Repubblica -, lunedi’, 20 giugno, e si basera’ su principi democratici”.

Back To Top