skip to Main Content

Sudafrica nel caos dopo l’arresto dell’ex presidente Jacob Zuma

Settanta morti, oltre 1200 arresti, saccheggi e distruzioni di proprietà. Il Sudafrica è nel caos dopo che l’8 luglio l’ex presidente Jacob Zuma si è consegnato alla giustizia per l’esecuzione della condanna a 15 mesi di carcere per il reato di disprezzo della corte.
La violenza è scoppiata nelle province di KwaZulu-Natal e Gauteng per poi propagarsi in quelle di Mpumalanga e Capo Nord, dove in assenza di una reazione delle autorità ci si difende da soli contro la devastazione e i saccheggi di negozi e fabbriche, comprese quelle che producono alimenti.
Il tutto mentre è in corso la terza ondata della pandemia da Covid-19, più mortale delle precedenti. La violenza ha anche interrotto la campagna vaccinale e la fornitura di cure mediche.
Back To Top