Skip to content

Sud Sudan, il dissidente Morris Mabior Awikjok Bak in carcere da oltre 400 giorni

Morris Mabior Awikjok Bak, dissidente sudsudanese, è in carcere da oltre 400 giorni.
È stato arrestato il 4 febbraio 2023 in Kenya, grazie a una collaudata quanto illegale cooperazione tra servizi di sicurezza dell’Africa orientale, e trasferito in Sud Sudan il giorno dopo.
Detenuto in isolamento per oltre tre mesi e sottoposto, secondo quanto ha riferito ai suoi familiari, a torture,  due mesi fa Morris Mabior Awikjok Bak è stato incriminato per diffamazione nei confronti del direttore generale dei Servizi per la sicurezza nazionale.
Morris Mabior Awikjok Bak resta in carcere nonostante ad aprile fosse stata accolta la richiesta di libertà su cauzione. Il 10 giugno il ministro della Giustizia ha ordinato l’annullamento delle accuse e la scarcerazione.
Ma Akol Koor Kuc, il “diffamato”, non vuole saperne: Morris Mabior Awikjok Bak continua a rimanere in carcere per un’altra pretestuosa accusa, “insulto al presidente e minaccia all’autorità del capo di stato”.
Torna su