skip to Main Content

Sierra Leone, esplosione in un deposito carburante: almeno 90 morti e centinaia di feriti

Un’ecatombe, solo così può essere definito il bilancio delle vittime dell’esplosione di un deposito carburante vicino alla capitale della Sierra Leone, Freetown. Dalle prime ricostruzioni, sembra che un autobus abbia colpito una cisterna di gasolio a Wellington, sobborgo di Freetown, mentre decine di cittadini stavano facendo rifornimento. Secondo una nota della Croce rossa, sarebbero oltre 90 solo i morti accertati.
Raramente abbiamo visto una cosa simile. Da quando sono in Sierra Leone, è la peggiore mass casualty che abbia visto nel Paese” racconta Samuele Greco, il Medical Coordinator di Emergancy a Goderich.
La scorsa notte, l’esplosione di un’autocisterna piena di carburante nella capitale Freetown ha fatto almeno 92 morti e decine di feriti.
“Abbiamo ricevuto 29 feriti. 21 li abbiamo ricoverati, altri 5 – meno gravi – li abbiamo curati in Pronto soccorso. 3 sono stati riferiti ad altri ospedali – prosegue. Avevano ustioni ovunque, alcuni anche al 95%. Due di loro purtroppo non ce l’hanno fatta, uno era un bambino di 11 anni. È stato difficile anche per noi, molti pazienti erano davvero in bruttissime condizioni. Abbiamo lavorato tutta la notte e ancora adesso le sale operatorie sono al lavoro”.

Back To Top