skip to Main Content

Nigeria, violenze e brogli. Il Partito laburista chiede annullamento voto in alcuni stati

Domenica scorsa Julius Abure, presidente nazionale del Partito laburista (LP) ha esortato l’INEC di Abuja ovvero la Commissione elettorale nazionale indipendente, a cancellare le elezioni nelle aree del governo locale di Obio/Akpor, Khana, Eleme, Obigbo e Rumukoro nello stato di Rivers.
La leadership del LP è scioccata dalle rivelazioni provenienti da Rivers State dopo le elezioni presidenziali e dell’Assemblea nazionale che si sono svolte sabato.
Abure, oggi al centro dei media internazionali, ha affermato che molti teppisti hanno invaso varie unità elettorali e centri di raccolta e hanno portato via materiale elettorale, compresi i fogli dei risultati.
Ha inoltre affermato che i teppisti hanno manipolato le macchine del sistema di accreditamento degli elettori bimodali (BVAS) e caricato risultati falsi nel portale centrale. I funzionari dell’INEC sono stati intimiditi da questi teppisti molto vicini al personale militare e gli ufficiali di polizia, affinché eseguissero i loro ordini costringendoli a manipolare il BVAS. Il BVAS è un particolare aggeggio tipo un tablet che registra l’impronta digitale e il volto dell’elettore inviando i dati via Internet all’INEC. A quanto pare questo arnese elettronico aveva dato problemi in passato.
Abure ha asserito che alcune delle manipolazioni sono avvenute a tarda notte.
Viene dunque chiesto che l’INEC sia all’altezza della situazione e annulli tutti i risultati non verificati e manipolati derivanti dalle elezioni presidenziali e dell’assemblea nazionale in alcune parti dello Stato di Rivers.

Back To Top