Skip to content

Mozambico, oggi i funerali di suor Maria a Carapira dove sarà sepolta. Il ricordo di sorella Daniela Maccari

Si sono svolti oggi i funerali di suor Maria De Coppi, a Carapira, nel suo Mozambico.
Oggi pomeriggio nella chiesa di Ramera (Treviso), la sua parrocchia di provenienza, alle 18.30 verrà celebrata una messa di suffragio.

Salutiamo e rendiamo omaggio a suor Maria con il ricordo della sorella comboniana Daniela Maccari.


Grazie sr. Maria, grazie per avermi accolta in Mozambico; non dimenticheró mai che, nel percorso dall’aeroporto di Nampula ad Anxilo, mi hai fatto sentire che arrivare “in questo Paese, in questo popolo e in questo momento” era un gran regalo del Signore e di Comboni per la mia vita missionaria. E cosí é stato!

GRAZIE Maria, perché pur essendo la superiora di tutte noi, non facevi sentire la tua autoritá, al contrario ti entusiasmavi per ogni iniziativa o progetto che ti presentavo e, fin dai primi giorni, mi dicevi: ¡Sembra che sia sempre stata qui! E mi aprivi porte e cuore.
Eravamo la gran comunitá di Anxilo, formata da padri, suore e fratelli, una equipe comboniana doc che, anche a causa del comunismo che aveva nazionalizzato tante nostre case, chiese, scuole… Vivevamo insieme, facendo la bellissima e arricchente esperienza di condividere la vita missionaria, dalla preghiera, all’evangelizzazione, la comunicazione, l’assistenza ai malati, la nascita e costruzione di tante comunitá, la formazione nostra e dei vari ministeri laicali.
E TU, cara Maria, quasi sempre in viaggio, con il convoglio militare o anche sola o con qualche sorella per portare cibo, medicinali, notizie e solidarietá alle sorelle e agli ammalati dei centri di salute delle diverse comunitá lontane, isolate e disperse. Arrivavi, tra mille pericoli, fino a Chipene, la tua prima e amata missione e anche la piu’ lontana e difficile, e poi Netia, Alua, Carapira, Meconta, Nacala… Quante volte hai rischiato la vita! Quante volte ti sei incontrata e trovata circondata dai guerriglieri! Quanti bambini hai riscattato dalle loro mani e, dalle Basi della guerriglia. Ed io facendo loro foto e scrivendo le loro storie perché non fossero sconosciute per essere cosí dolorose per la loro etá. Che orrore la guerra!
GRAZIE Maria! Purtroppo é impossibile riassumere un’infinitá di gesti e momenti carichi di carisma e di fedeltá al Piano e sogno di Daniele Comboni di rigenerare l’Africa con l’Africa, alla quale hai dato tutta te stessa, sí tutta te stessa fino alla fine. Fino alla fine.

GRAZIE

Torna su