skip to Main Content

Mali, leader golpe Gota: destituiti presidente e premier. Voto nel 2022

Voce ferma, tono perentorio. Così il colonnello Assimi Goita, ex leader del golpe in Mali, ha annunciato di aver ripreso il controllo del Paese dopo aver destituito il presidente e il primo ministro del governo di transizione dopo che hanno annunciato un rimpasto di governo senza il suo permesso.
Oltre a raccontare come se fosse la cosa più naturale di questo mondo  il secondo colpo di stato in meno di un anno nel Paese, Goita si è impegnato a portare avanti nuove elezioni nel 2022 come promesso.

Ma la sua dimostrazione di forza mette in dubbio che il voto andrà avanti senza significative interferenze da parte della giunta militare che ha rovesciato l’ultimo presidente democraticamente eletto.
La mossa è avvenuta il giorno dopo che il presidente Bah N’Daw e il primo ministro Moctar Ouane sono stati arrestati dai soldati e portati al quartier generale militare di Kati, a circa 15 chilometri dalla capitale. Entrambi gli uomini sono rimasti in detenzione martedì. I loro arresti hanno suscitato proteste da parte della comunità internazionale, che ha rilasciato una dichiarazione congiunta avvertendo i leader militari del Mali che le loro azioni potrebbero minare il sostegno globale al governo di transizione.

Back To Top