skip to Main Content
Covid 19, In Africa RaggiuntI Gli 85 Mila Casi. Appello UA: Non Lasciateci Soli

Covid 19, in Africa raggiuntI gli 85 mila casi. Appello UA: non lasciateci soli

La progressione del Coronavirus in Africa resta esponenziale. Secondo i dati diffusi oggi dall’Africa Centres for Disease Control and Prevention (Cdc) sono quasi 85mila i casi di Covid 19  confermati ad oggi nel continente africano, con 2.766 morti e 32.494 guariti.
Il Nord Africa è la regione più colpita, con 27.282 casi, 1.422 decessi e 11.196 guariti, seguita dall’Africa occidentale, con 24.213 casi, 511 decessi e 8.623 guariti.
Sono invece 16.812 i casi nell’Africa meridionale, di cui 15.515 nel solo Sudafrica, il Paese più colpito di tutto il continente, che ha contato finora 264 decessi e 7.006 guariti.
In Africa centrale sono 7.749 i casi, con il Camerun che ne ha registrato finora quasi 3.000. Infine nell’Africa orientale, Somalia e Gibuti sono i Paesi che hanno il maggior numero di casi, oltre 1.400, mentre Eritrea, Ruanda e Uganda quelli che non hanno registrato alcun decesso.
La situazione resta dunque di grande allarme tanto da spingere l’Unione africana (Ua) a lanciare un appello a sostenere i paesi dell’Africa nell’affrontare l’emergenza dovuta al coronavirus, in particolare tramite la riduzione del debito e l’invio di forniture mediche.
A dichiararlo il presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, presidente di turno dell’Unione africana, aprendo oggi i lavori dell’Assemblea mondiale della sanità (Ams), organo decisionale dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms).
“L’Africa è estremamente vulnerabile alle devastazioni di questo virus e ha bisogno di ogni possibile sostegno e assistenza. L’Unione africana ha adottato misure deliberate per rispondere alla crisi e ha lanciato un appello affinche’ i paesi in via di sviluppo siano assistiti nei loro sforzi per combattere la pandemia e ricostruire le loro economie” ha affermato Ramaphosa in videoconferenza, precisando che “questa assistenza deve includere la riduzione del debito” ed il supporto nelle “forniture mediche diagnostiche e terapeutiche”.
A sua volta, nel suo discorso il presidente cinese Xi Jinping ha sottolineato la necessità di dare priorità all’assistenza in Africa, affermando che la Cina ha già fornito “un’enorme quantità di forniture e assistenza medica” a oltre 50 paesi africani, inviando
inoltre cinque squadre di esperti nel continente. La riunione, mai tanto attesa come quest’anno con la pandemia di coronavirus in corso e lo scontro tra le grandi potenze Stati Uniti e Cina, si è aperta oggi in modalità virtuale.
Back To Top