skip to Main Content
Somalia, Uccisa A Mogadiscio Nota Attivista Per I Diritti Umani

Somalia, uccisa a Mogadiscio nota attivista per i diritti umani

Purtroppo Almaas Elman non ce l’ha fatta e in Somalia, ma non solo in Somalia, sono in molti a piangerla.

Le hanno fatto un agguato il 20 novembre nel quartiere di Halane, a Mogadiscio. Era a bordo di un’automobile ed è stata colpita da un proiettile.

Non si sa ancora chi e perché abbia voluto eliminarla, ma è certo che è stata uccisa per il suo lavoro. Come del resto era accaduto a suo padre, Elman Ali Ahmed, assassinato sempre a Mogadiscio nel 1996.

Almaas, di nazionalità somala e canadese, era impegnata giorno e notte per la giustizia sociale, per la pace, per i diritti delle donne e per la riabilitazione dei bambini vittime del confitto somalo.

Sua sorella Ilwad, era stata candidata quest’anno al Nobel per la pace.

L’uso di questa casella di posta è a scopo professionale; si prega di non inviare messaggi di natura personale a questo indirizzo.

Back To Top